03 settembre 2017

Miroglio domenica 10 settembre i festeggiamenti per la festa patronale del nome di Maria e celebrazioni per i 360 anni dell'antica Cappella rurale dedicata a Sam Biagio e 10° anniversario della fondazione dell'Associazione San Biagio





Nello scorso mese di Maggio, l'Associazione San Biagio e Maria Vergine operante a Miroglio di Frabosa Sottana, ha completato il suo decimo anno di attività.
Sebbene questo periodo di attività al servizio della comunità locale e, più in generale, di quella valligiana, non sia un tempo particolarmente lungo, è comunque sufficiente e significativo per riflettere sul ruolo dell'Associazione e sulle iniziative della stessa promosse e attuate.
Quanto realizzato sarà oggetto di condivisione, oltre che con i Soci, con la Popolazione, le Autorità locali e le altre Associazioni operanti nel Territorio che sono parte della stessa realtà, nonché con il Centro Servizi per il Volontariato di Cuneo - al quale l'Associazione orgogliosamente aderisce dal 2009 ed al quale tanto deve - in un momento di festa, in fraternità ed amicizia.
Quest'anno ricorre altresì il 360° anniversario dell'accertata presenza in Valle, sul territorio del Comune di Frabosa Sottana nella frazione di Miroglio, della cappella rurale dedicata a san Biagio, vescovo di Sebaste e Martire, oggi Chiesa Parrocchiale della piccola località.
Le due date saranno solennemente ricordate in occasione della Festa Patronale del borgo che si terrà Domenica 10 settembre, e avrà svolgimento secondo il programma di seguito riportato.
L'occasione, nell'ambito delle finalità di recupero del patrimonio culturale e tradizionale che l'Associazione ha nelle sue finalità statutarie, permetterà anche di consegnare agli intervenuti all'evento, un testo che contiene il "racconto storico" e documentale dell'edificio sacro e un piccolo "racconto fotografico, ma non solo" dei dieci anni dell'Associazione.

PROGRAMMA DEI FESTEGGIAMENTI - FESTA PATRONALE DEL NOME DI MARIA

Sabato 9 settembre

Ore 8,00 - Chiesa Parrocchiale - Solenne Adorazione al santissimi Sacramento

Domenica 10 settembre

Ore 10,00 - Chiesa Parrocchiale
Solenne celebrazione eucaristica presieduta dal Canonico Beppe Bongiovanni, Cancelliere della Curia vescovile e Parroco della Cattedrale di Mondovì
Partecipa il Coro Musicale "I Menhir" di Frabosa Sottana.
Segue la processione per le vie di Miroglio con la statua lignea di Maria Ausiliatrice.
Sosta presso la Cappella dell'Annunciazione in località Ponte. Benedizione solenne sul sagrato della chiesa.

Ore 15,00 - Chiesa Parrocchiale
Orazioni ufficiali celebrative per i 360 anni dell'antica Cappella rurale dedicata a San Biagio e per il 10° anniversario dalla fondazione dell'Associazione San Biagio.
Consegna dei riconoscimenti.
Consegna del testo commemorativo.

Ore 16,30 - Chiesa Parrocchiale
Benedizione solenne impartita dal Can. Beppe Bongiovanni. Segue piccolo rinfresco.

02 agosto 2017

Presentato in Regione Piemonte il Concerto di Ferragosto che si terrà nell'anfiteatro naturale dell'Alpe Gavo Bracco a Prato Nevoso




L’edizione 2017 del Concerto di Ferragosto si terrà nel Comune di Frabosa Sottana, ai piedi del Monte Mondolé, a 1650 metri di quota e ad esibirsi sarà, come da tradizione, l'Orchestra Bartolomeo Bruni della Città di Cuneo. L’evento sarà trasmesso in diretta nazionale su Rai 3 il 15 agosto a partire dalle 12.55. Il programma del concerto è stato presentato in una conferenza stampa nel Palazzo della Regione Piemonte in piazza Castello a Torino.
Il Concerto di Ferragosto viene realizzato per la prima volta nel 1981 per volontà del maestro Giovanni Mosca e del violinista Bruno Pignata, nel giorno della festività del 15 agosto. L’evento nasce con la volontà di far conoscere, ai numerosi amanti della musica ed agli appassionati di montagna, le risorse ambientali ed artistiche delle vallate della provincia di Cuneo, proponendo un maxi concerto di musica classica, rigorosamente eseguita dal vivo, in uno splendido scenario alpino che varia di anno in anno.

Il 1981 fu l’anno della Valle Po, con l’edizione n. 1 sul Monviso, al Rifugio Quintino Sella. Seguirono, ciclicamente, tutte le vallate del Cuneese, dalla Valle Varaita alle Valli del Monregalese, passando attraverso la Valle Maira, la Valle Gesso, la Valle Stura, la Valle Vermenagna e la Valle Pesio, con alcune edizioni al di fuori del territorio cuneese realizzate in occasioni di particolari ricorrenze, come la recente edizione 2016 svoltasi a Sestriere per il 10° anniversario delle Olimpiadi Invernali di Torino 2006.
Location precisa dell'evento di quest’anno sarà l’Alpe Gavo Bracco, anfiteatro naturale tra le frazioni di Prato Nevoso ed Artesina, dove si può ammirare un panorama straordinario. Per il sindaco di Frabosa Sottana, Adriano Bertolino, “siamo onorati di ospitare il Concerto dell’Orchestra Bruni, che ritorna dopo 25 anni sulle nostre montagne. Il Concerto sarà l’avvenimento più importante di questa estate 2017, ambientato in un luogo incantevole, nel cuore di un comprensorio che, oltre ad essere importante centro per lo sci invernale, sta diventando un punto di riferimento per gli avvenimenti estivi. Invito tutti a venire a trascorrere il Ferragosto a Frabosa Sottana, per ammirare la natura e la bellezza della nostra montagna”.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito di un progetto più ampio di promozione e di valorizzazione del patrimonio naturalistico e geologico delle Valli Maudagna e Corsaglia, con particolare riferimento alle Grotte di Bossea ed alle Grotte del Caudano, realtà turistiche importanti che si inseriscono, insieme alle Grotte dei Dossi, nel progetto regionale “Caves, grotte turistiche del Piemonte”. Per lanciare l’iniziativa del biglietto unico di ingresso alle tre grotte, proprio in occasione del Concerto di Ferragosto verranno distribuiti a tutti i bambini di età inferiore ai 10 anni coupon validi per l’ingresso omaggio alle grotte.
Il programma dell’evento prevede per lunedì 14 agosto le prove del Concerto, aperte al pubblico, indicativamente a partire dalle 14 (con condizioni meteo favorevoli). Il giorno di Ferragosto, indicativamente a partire dalle ore 10, si svolgeranno le prove del concerto, mentre la diretta RAI inizierà alle ore 12.55. L’Orchestra B. Bruni della Città di Cuneo ha proposto, negli anni, le più celebri opere lirico-sinfoniche, suggellando il successo della manifestazione con un’affluenza ed una partecipazione di pubblico via via crescenti negli anni. Dal 1993, il Concerto è ripreso dalle telecamere RAI e trasmesso in diretta sui canali RAI 3 e RAI Sat.

“Per il trentasettesimo Ferragosto consecutivo – ha detto la presidente dell’Orchestra B. Bruni, Paola Mosca -  diamo appuntamento ad amanti della musica e della montagna per un concerto che le vede entrambe protagoniste. L'esiguo gruppo di strumentisti che si trovarono trentasei anni fa al cospetto dell'imponente mole del Monviso per far musica in amicizia sarà quest'anno, nell'ampio scenario ai piedi del Mondolé, una grande orchestra sinfonica di sessantaquattro elementi, completa in ogni sua sezione. Lo richiede il programma, quanto mai vario e per molti aspetti inedito ed impegnativo”.
Una sinfonia di G. Verdi per l'apertura e poi suggestioni diverse: da quelle dei ritmi caraibici della Ouverture cubana nella ricchissima orchestrazione di G. Gershwin,  alle atmosfere “dal nuovo mondo”  dal finale della nona sinfonia di A. Dvorak, ad un tributo al Piemonte, ed alle Alpi in particolare, del trittico sinfonico Al Piemonte del compositore C. A. Pizzini, agli slanci della Cavalleria leggera di F. von Suppé, tutto sotto la direzione artistica e musicale del giovane maestro Andrea Oddone.

“La grande musica in montagna: impresa tutt'altro che semplice – ha proseguito Paola Mosca - da qualsiasi punto di vista la si voglia considerare, ma che l'Orchestra Bruni affronta con il consueto entusiasmo, per le migliaia di escursionisti/ascoltatori che vorranno essere presenti in prima persona innanzitutto e per tutti coloro che assisteranno al concerto attraverso la diretta televisiva RAI”. Per il direttore del Centro di produzione Rai di Torino, Roberto Nepote, “il nostro Centro ha particolarmente a cuore il Concerto di Ferragosto perché, oltre ad essere un qualificato momento di musica e cultura – garantito dall’Orchestra Bruni di Cuneo - valorizza il territorio del Piemonte, portandone caratteristiche e bellezze nelle case degli italiani, con una trasmissione in diretta di 60 minuti su RaiTre che evidenzia anche le attrattive di questa regione”.
Il sostegno economico ed organizzativo degli enti locali quali la Regione Piemonte, la Provincia di Cuneo, le fondazioni bancarie, la Camera di Commercio di Cuneo, l’ATL del Cuneese ed i Comuni interessati ha permesso una crescita costante dell’evento, portandolo a divenire una delle principali manifestazioni regionali ed un’occasione unica per la promozione, a livello nazionale ed internazionale, dell’immagine del Piemonte e delle sue montagne.

“Il concerto di Ferragosto – ha commentato il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino -  è ormai parte dell'anima piemontese: un appuntamento che unisce la nostra comunità, riportandola in uno dei paesaggi più tipici e radicati della nostra regione, quello montano. Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato a questo evento, compiendo, anche quest’anno, uno sforzo organizzativo non indifferente. È una festa cui ci auguriamo possano partecipare quante più persone possibili, sia dal vivo sia seguendo la diretta che come ogni anno il centro produzione RAI di Torino, curerà in ogni dettaglio". 
Per l’assessore regionale allo Sviluppo della montagna, Alberto Valmaggia, “il concerto di Ferragosto, nato nel 1981 da una geniale intuizione del violinista Bruno Pignata che propose al Maestro Mosca, direttore e fondatore dell'Orchestra Bruni, di organizzare l’evento musicale alle pendici del Monviso, compie quest’anno 37 anni. Il Concerto è diventato negli anni, grazie alla diretta RAI, uno straordinario veicolo di promozione turistica delle montagne piemontesi.  Di antico, come per la prima edizione, è rimasta immutata la magia della musica che  si unisce alla straordinaria bellezza della natura e della montagna. Un appuntamento da non perdere per migliaia di ascoltatori ed escursionisti”.

Dello stesso avviso anche il presidente della Provincia di Cuneo, Federico Borgna, secondo cui “la Provincia di Cuneo, insieme ad altri enti, sostiene la manifestazione fin dall'esordio, cioè dal primo appuntamento che risale al 15 agosto 1981. É stata un’intuizione felice, di cui andiamo orgogliosi perché fa conoscere ai numerosi amanti della musica e appassionati di montagna le risorse ambientali e artistiche delle vallate cuneesi. Il luogo scelto quest’anno nel comune di Frabosa Sottana è promessa di grande spettacolarità, ma anche di facile accessibilità dalla pianura e dalla vicina Liguria per un evento che ha ormai varcato i confini locali e che, grazie alla diretta Rai, entra nelle case degli italiani portando a tutti – nella festa di metà estate - un assaggio della nostra bellissima provincia Granda”.
“La Camera di commercio di Cuneo – ha commentato il presidente Ferruccio Dardanello - è tra i sostenitori della prima ora del concerto di Ferragosto. Ospitato nelle incantevoli montagne di casa nostra, da sempre è un momento di grande spolvero per la Granda. Dopo una parentesi ‘fuori le mura’, torna da noi e anche quest’anno il nostro ente vuole essere vicino a quest’iniziativa che richiama appassionati, di montagna e di musica, da località anche molto lontane. Ancora una volta il nostro territorio regalerà delle belle emozioni a chi già conosce l’appuntamento e a chi se ne avvicina per la prima volta”.

Per il presidente della Fondazione Crc, Giandomenico Genta, “il Concerto di Ferragosto rappresenta un appuntamento ormai irrinunciabile che ogni anno, grazie al consolidato connubio di musica e natura, conduce un folto pubblico, quello che può salire fisicamente in quota e quello che segue l’evento grazie alla diretta RAI, alla scoperta di territori dalle immense ricchezze paesaggistiche, storiche e culturali. Un evento che è riuscito nel tempo ad affermarsi come tradizione e occasione di scoperta delle nostre vallate per turisti e appassionati. La Fondazione CRC, che ha tra le proprie priorità la promozione della cultura, della bellezza e dell’attrattività turistica del proprio territorio, sostiene con convinzione il Concerto che, dopo una parentesi fuori dal territorio cuneese, torna nella nostra provincia, dov’è nato, e quest’anno contribuirà a dare visibilità alle splendide montagne che circondano Mondovì”.
“La Fondazione Crt – ha aggiunto il presidente, Giovanni Quaglia – sostiene il Concerto di Ferragosto perché rappresenta sia un momento di aggregazione per la comunità, sia un veicolo di scoperta e valorizzazione delle bellezze del territorio, cui la nostra istituzione dedica da sempre risorse e progetti. Musica e montagna, cultura e ambiente si fondono in un riuscito connubio, trasformando in un vero e proprio palco a cielo aperto le cime più belle della nostra Regione”.

Per il presidente della Bcc Pianfei e Rocca de’ Baldi, Paolo Blangetti, “il tradizionale Concerto di Ferragosto dell’Orchestra Bruni quest’anno si terrà nella ‘Conca’ del Mondolé: l’affinità tra questo evento - che finalmente torna sulle nostre montagne - e la Bcc Pianfei-Rocca, presente a Frabosa Sottana con una filiale, nasce dall’impegno comune nel sostenere e valorizzare il territorio locale, in difesa della montagna e delle valli cuneesi. Siamo felici di poter dare il nostro contributo a sostegno di un evento così importante, che ogni anno richiama migliaia di appassionati di musica classica, e li porta alla scoperta del paesaggio di montagna in un contesto scenografico di grande suggestione. Soprattutto, siamo felici di farlo in questa 37° edizione che vede tornare il maxi concerto nelle montagne della provincia ‘Granda’, nelle vette che sono state protagoniste della nascita di questo intreccio magico, straordinario e unico teso a far conoscere l’immenso patrimonio naturalistico e storico del nostro territorio. Qui non si tratta di campanilismo, ma del riconoscimento delle ragioni  del ritorno alle origini di  un  prezioso momento di valorizzazione del territorio: un territorio bellissimo e prezioso, che merita di essere sempre più apprezzato e conosciuto”.

Il presidente dell’Atl del Cuneese, Mauro Bernardi, ha concluso sostenendo che “il Concerto di Ferragosto è divenuto un appuntamento imperdibile per i cuneesi e per i moltissimi turisti internazionali che nel periodo estivo frequentano le nostre Alpi. L’abbinamento di musica classica e paesaggi mozzafiato ha sempre garantito, e garantirà anche quest’anno, un successo straordinario per questo evento che vede unite le forze degli enti locali e la professionalità dell’Orchestra B. Bruni”.
 

01 agosto 2017

Miroglio, programma per l'Estate 2017




 

LUGLIO

 

Sabato 22 e Domenica 23 “Salone del libro di montagna”

Ore 10.00 apertura stand espositivi e incontri presso Albergo Italia

 

Domenica 30  “Domenica del Pane”

Ore 10.00 Santa Messa con distribuzione pane e piante floreali per “Miroglio in fiore” e volantini per “Vi racconto in un disegno la mia estate” dedicato ai bambini

Partecipa il Coro di Frabosa Sottana “I Menhir”
I bambini residenti e ospiti sono invitati a partecipare numerosi all'evento "Vi racconto in un disegno la mia estate"

 

AGOSTO

 

Sabato 5

Ore 18.00 Santa Messa festiva

 

Domenica 6 “Inizia la nostra estate”

Ore 10-12 e 15-17 Apertura al pubblico della Cappella di San Marco al Pellone

  

Domenica 13 “Sono un artista”

Ore 15.00 Bambini, Genitori e Nonni giocano e lavorano insieme per …

Ore 18.00 Santa Messa festiva

Inizia l’esposizione dei disegni dei bambini in Chiesa

 

Martedì 15 “Assunzione di Maria Vergine”

Ore 16.00 Santa Messa solenne – al termine Benedizione presso l’edicola della Madonna di Lourdes

Continua l’esposizione dei disegni dei bambini

 

Mercoledì 16 “Festa dei bambini”

Ore 15.00 Bambini, Genitori e Nonni giocano e lavorano insieme per …

Ore 20.30 Polenta con musica e balli organizzata dalla Pro Loco di Frabosa Sottana

Continua l’esposizione dei disegni dei bambini

 

Giovedì 17 “Torte in pista”

Ore 15.00/19.00 consegna delle torte partecipanti all’iniziativa

Ore 20.30 valutazione delle torte pervenute, asta per le prime tre classificate e premiazione delle medesime; degustazione delle torte casalinghe
Premiazione di Miroglio in fiore 2017

Partecipa il Coro di Frabosa Sottana “I Menhir”. Continua l'esposizione dei disegni dei bambini.


Sabato 19 “Piccoli e grandi .....in festa”

Ore 14.30 Bambini, Genitori e Nonni partecipano giocando a “Gli antichi mestieri”

Ore 18.00 Santa Messa

Ore 20.45 Videoproiezione e premiazione dei disegni realizzati dai bambini sul tema “ Vi racconto in un disegno la mia estate”; premiazione

 

Lunedì 21 “Piccoli e grandi … in gita”

Ore 14.30 Gita a piedi con merenda al sacco; sono invitati i bambini, i genitori e i nonni

 

Mercoledì 23 “ Estate arrivederci”

Ore 20.45 Salutiamoci “in famiglia”, piccola cena …


Domenica 27 "Chiudiamo al Museo"
ore 10 visita guidata alle sale del "Museo della Montagna e della sua gente"

 

SETTEMBRE

 

Sabato 9 “Festa patronale del Nome di Maria”

Ore 20.45 adorazione al SS. Sacramento, in Chiesa

 

Domenica 10 “Festa patronale del Nome di Maria”

Ore 10.00 santa Messa solenne; seguirà la processione con la statua lignea della Madonna portata a spalla; breve orazione alla Cappella dell’Annunciazione e ritorno in Chiesa

Ore 15.00 celebrazione del 360° anniversario della Chiesa e del 10° anniversario dell’Associazione San Biagio

Alle cerimonie partecipa il Coro di Frabosa Sottana “I Menhir”

 

OTTOBRE

 

Domenica 1 “Giornata del Ringraziamento”

Ore 10.00 Santa Messa solenne

Ore 14.30 giochi in piazza; consegna del “Riccio d’oro”; degustazione caldarroste

Partecipa il Coro di Frabosa Sottana “I Menhir”

 

NOVEMBRE

 

Sabato 4 “Giornata dell’Unità Nazionale”

Ore 17.00 Santa Messa e ricordo della Giornata

 

DICEMBRE

 

Sabato 16 “Benedizione dei bambinelli”

Nella terza settimana d’Avvento denominata “della Gioia” 

Ore 17 Santa Messa con benedizione dei bambinelli

 

Ultima Settimana (data da definire) “Onore alla Costituzione”

Manifestazione in ricordo del 70° anniversario della Costituzione

 

18 luglio 2017

Al via, sabato 22 luglio il 4° Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana. Programma intenso e coinvolgente









Frabosa Sottana (CN) - 17 Luglio 2017 – Tutto pronto, a Frabosa Sottana.
Il rinomato centro turistico della valle Maudagna, in provincia di Cuneo, si appresta ad ospitare, sabato 22 e domenica 23 luglio, la 4a edizione del Salone del Libro di Montagna.

Animato da convegni, incontri, proiezioni cinematografiche ed esposizioni che avranno come fil-rouge l’ambiente alpino, il Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana, nato da un’idea di Gianni Dulbecco, organizzata dall’Associazione Culturale Valle Maudagna in collaborazione con l’Associazione San Biagio di Miroglio ed il sito Frabosasottana.com, è accompagnato quest’anno da uno slogan: “La Montagna al centro”. 

“La Montagna al centro” non solo dell’annuale imponente produzione libraria cui il Salone del Libro dedicherà, come di consueto, ampio spazio, ma la Montagna al centro anche di iniziative sociali, culturali, artistiche e sportive che andranno a svilupparsi nell’ambito dell’intenso week-end di fine luglio.

La quarta edizione del Salone (tutte le iniziative sono ad ingresso libero), si svilupperà nei locali siti al piano terra dell’Albergo Italia situato lungo l’arteria centrale di Frabosa Sottana.
La Sala Convegni sarà sede di dieci presentazioni librarie previste in calendario, ma anche di due convegni, di proiezioni cinematografiche e di un prestigioso incontro, quello col noto alpinista Lorenzo Gariano, ospite d’onore dell’edizione 2017 del Salone del Libro di Montagna. 

L’incontro con Gariano, uno dei sei italiani che hanno scalato le “Seven Summits”, le sette vette più alte del Continente, al quale presenzierà anche il giornalista e rocciatore Stefano Sciandra, si svolgerà alle ore 21 di sabato 22. Nel corso della fascinosa ed interessantissima sarata saranno trasmessi anche alcuni appassionanti filmati prodotti dallo stesso Gariano.

Argomenti interessantissimi quelli dei due convegni in programma.
Il primo, in ordine temporale, è quello promosso, sabato 22 alle ore 10,30, dall’Uncem Piemonte e dall’Associazione Culturale Valle Maudagna, dal tema “2017, l’Italia dei Borghi tra Turismo e Sviluppo”.
Moderato da Marco Bussone, vice presidente dell’Uncem, l’incontro farà registrare la presenza di Lido Riba, presidente Uncem Piemonte, Mauro Bernardi, presidente ATL del Cuneese, Rocco Pulitanò, consigliere ATL del Cuneese, Michele Pianetta, vice presidente Anci Piemonte, Adriano Bertolino, presidente Unione Montana Mondolé, Gianrenzo Taravello, presidente Unione Montana Valli Monregalesi, Valter Roattino, presidente Unione Montana Monte Regale e di Giorgio Ferraris, presidente Unione Montana Alta Val Tanaro. 

Domenica 23, alle ore 10,30 sarà poi la volta di Uisp Montagna. La geologa Sonia Zanella, il coordinatore dell’area NordOvest Uisp Montagna Sebastiano Lopes ed il presidente di Uisp Piemonte Patrizia Alfano porteranno all’attenzione della platea le risultanze del convegno nazionale svoltosi nei mesi scorsi a Triora, nell’entroterra di Imperia. In quell’occasione è stata riaffermata la candidatura del Parco Regionale delle Alpi Liguri a diventare patrimonio dell’Unesco, insieme al Parco del Marguareis, al Parco delle Alpi Marittime e al Parco francese del Mercantour.

Sempre domenica 23, alle ore 21 verrà proiettato il film “Parla de Kyé” di Sandro Gastinelli, uno sceneggiato che illustra il rito della fienagione come veniva inteso in Valle Maudagna, pratica in uso fino all’inizio degli anni ’60. Il film è rigorosamente interpretato nel dialetto del kyè. Modereranno la serata i giornalisti Chiara Viglietti e Carlo Grande.
“Parla de Kyé” ha ricevuto il premio Vallis Agri al 45° Festival Internazionale di Trento e il Premio “Le diable d’or” al 28° Festival International du Film Alpin a Les Diableret, in Svizzera. 

Interessante iniziativa collaterale è “Libera un Libro”, proposta dal Forum giovanile di Frabosa Sottana che proporrà, in occasione del Salone, uno scambio gratuito di libri. I ragazzi del Forum opereranno presso uno stand predisposto dall’organizzazione e allestito nel piazzale antistante l’Albergo Italia.

Saranno dieci, in totale, gli autori che al Salone presenteranno le loro opere.
Sabato 22, alle 15, Sergio Aschero presenterà la raccolta di poesie “Tocu per Tocu”.
Alle 16 nell’ambito di “La Liguria incontra il Piemonte” spazio a due autori emergenti: Bernardo Perata con “Incontri” e Beatrice Baratto con “Né giorno, né notte”.
Alle 17 sarà la volta di Bruno Vallepiano col suo “Gioco Fatale”, mentre alle 18, Arnaldo Reviglio illustrerà i contenuti di “Avigliana, il Borgo Medievale, il Cuore Verde e i suoi dintorni”. 

Domenica 23, la rassegna proporrà, alle ore 15, la seconda tranche di “La Liguria incontra il Piemonte” con gli emergenti Antonio Celia e Matteo Pipitone che presenteranno le loro “opere prime”: “Tetti Soprani” e “Il filo mancante”.
Alle 16 la ricercatrice e scrittrice Lidia Dutto si soffermerà su: “Il Metodo di calcolo delle fasi lunari nella tradizione orale di una vallata alpina”.
Alle 17, sarà poi la volta di Piero Barale con “Le pietre perdute” e alle 18, Laura Mosso parlerà della sua ultima opera: “Girotondo di donne coraggiose”.

Gli appassionati di arte avranno modo di visitare due  mostre: una di sculture lignee dell’artista valdostano Giuseppe Bettoni ed una fotografica di un altro artista valdostano: Stefano Venturini. Le mostre di Bettoni e Venturini rimarranno visitabili presso la sala esposizioni dell’Albergo Italia sino al 10 agosto. 

Come consuetudine sul piazzale antistante l'Albergo Italia saranno attrezzati alcuni stand espositivi destinati alle case editrici che hanno aderito all'iniziativa e ad alcune associazioni locali.
Il Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana gode del Patrocinio della Regione Piemonte, della Provincia di Cuneo e del Comune di Frabosa Sottana e del contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, della Banca di Credito Cooperativo di Pianfei e Rocca de Baldi e di importanti aziende che operano nel Nord-Ovest.

Sarà possibile seguire la quarta edizione del Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana collegandosi sulla pagina di Facebook “Salone-Libro-Montagna-Frabosa”.
L’inaugurazione ufficiale della quarta edizione del Salone del Libro di Frabosa Sottana avverrà sabato 22 luglio, alle ore 10 alla presenza delle più alte autorità locali.

19 aprile 2017

Le celebrazioni del 25 aprile a Miroglio per ricordare la Liberazione



Martedi 25 aprile, nella antica Cappella di San Marco evantelista, a Miroglio, sarà ricordato, su iniziativa dell’associazione San Biagio, l’anniversario della liberazione e la solennità liturgica del Santo che ricorre proprio in tale giorno. Luogo ricco di memorie, purtroppo anche tragiche essendo stata teatro di un eccidio perpetrato dalle truppe nazifasciste nel gennaio 1944 a danno di un manipolo di partigiani scesi a Valle dal Pian della Tura, la Cappella è luogo molto amato dalla popolazione che, in passato, si recava processionalmente alla celebrazione religiosa in onore del Santo, ricevendo per la partecipazione, in ricordo di una usanza risalente al 1860 circa, un miriagrammo di pane. Alla cerimonia, sempre molto frequentata anche quale occasione di re-incontro  per i mirogliesi oggi residenti in città o in altre località del Piemonte, sono state invitate le autorità civili, la rappresentanza del Gruppo Alpini, l’Associazione Partigiani e le altre associazioni, nonché il Coro dei Menhir di recente costituzione. L’appuntamento è dunque per la celebrazione della santa messa alle ore 10 a cui seguirà la benedizione della lapide che ricorda l’eccidio. Al termine, un piccolo rinfresco sul piazzale del Museo della Montagna e della sua Gente a Miroglio.

10 febbraio 2017

Festeggiamenti a Miroglio per San Biagio - Consegna del Sanbiagino d'Oro alla corale "I Menhir"


 


 

La Comunità di Miroglio di Frabosa Sottana, unitamente ad un buon numero di frequentatori estivi e invernali del piccolo Borgo che si sono dati appuntamento per l’occasione, sono stati parte di una intensa giornata di festeggiamenti dedicata, come è consuetudine nella prima domenica di febbraio, a San Biagio vescovo e martire, titolare della parrocchiale e co-Patrono della località.

Due i momenti che hanno caratterizzato la giornata: la celebrazione della Messa officiata dal Reverendo don Luciano Michelotti, presenti le massime autorità civili del comune e una rappresentanza del locale Gruppo Alpini, che si è conclusa con il tradizionale rito della benedizione della gola nel nome di San Biagio e, a seguire, il pranzo sociale nel corso del quale si è incardinata la consegna dell’annuale riconoscimento del “Sanbiagino d’oro”.

La chiesa, riccamente e armoniosamente addobbata e allestita per l’interessamento di parrocchiani devoti vicini al Borgo e al suo edificio sacro, ha accolto i numerosi fedeli che hanno partecipato alla liturgia animata dai cantori del coro “I Menhir” che recentemente si sono costituiti in gruppo spontaneo e ricevendo in questa circostanza il loro “battesimo pubblico” e poi, con pazienza, hanno ordinatamente atteso per la benedizione della gola.

In attesa del pranzo sociale, i presenti hanno potuto gustare, accomodandosi nella Canonica che ha offerto riparo dalla neve che ha poi accompagnato la giornata, una cioccolata calda, offerta a cura della locale Associazione San Biagio.

Il pranzo sociale è stato consumato presso l’Hotel delle Alpi il cui chef, Roberto Ponzo, ha dedicato le portate alla tradizione e alle consuetudini alimentari del passato, attingendo alla antiche usanze locali.

L’atteso momento della consegna del “Sanbiagino d’Oro” si è materializzato verso il termine del pasto, prima degli ultimi brindisi.

Il Sindaco del Comune di Frabosa Sottana, Adriano Bertolino ha provveduto a consegnare, per conto dell’Associazione San Biagio, il riconoscimento al Gruppo “I Menhir” con l’importante e significativa motivazione “che generosamente si è messo a disposizione del territorio frabosano e che, per il suo “battesimo pubblico”, ha scelto la Frazione di Miroglio onorando San Biagio titolare della Parrocchiale”.









La scelta della denominazione del gruppo è stata ispirata dalla presenza di una pietra naturale – simile alle grosse pietre piantate verticalmente dall’uomo in alcune località preistoriche denominate menhir – ubicata all’inizio del paese sopra le rocce di “Rocia Frera”; denominazione locale dell’antica miniera di ferro già presente in epoca romana con il nome di Rocha Ferraria, da cui è derivato il nome di Frabosa.

Nel corso della presentazione dei premiati, l’Associazione di volontariato San Biagio, che è particolarmente attiva sul territorio di Miroglio, oltre a farsi interprete dei ringraziamenti agli intervenuti per la disponibilità e per il grande numero di presenze che conforta e stimola ad un impegno sempre maggiore, ha preannunciato i festeggiamenti che celebreranno quest’anno il suo decennale di costituzione e il 360° anniversario di edificazione della Chiesa originata dall’antica cappella campestre dedicata a San Biagio.

Nel corso delle celebrazioni, l’Associazione, fedele alle sue finalità statutarie, ha fatto circolare e distribuito delle locandine che hanno ricordato la “festa del tricolore”, la “giornata della memoria” e la “memoria delle foibe”; è stato altresì messo a disposizione delle famiglie, il secondo fascicolo “Presepi di Casa Nostra” – realizzato a cura della stessa Associazione- contenente una seconda raccolta di immagini di presepi realizzati in questi anni nelle case delle famiglie di Miroglio.

02 febbraio 2017

Dal 13 febbraio riorganizzazione del trasporto pubblico per i collegamenti Mondovì-Villanova-Roccaforte-Lurisia-Frabosa Sottana e Soprana



Per ottimizzare i servizi di trasporto pubblico nel bacino Monregalese, in particolare i collegamenti Mondovì - Villanova - Roccaforte - Lurisia Terme - Frabosa Sottana e Frabosa Soprana, a partire da lunedì 13 febbraio 2017 varia il programma di esercizio delle linee 99 Mondovì - Lurisia Terme e 109 Mondovì - Frabosa Soprana:

• l'orario delle due linee viene unificato mantenendo la denominazione "99 Mondovì — Lurisia Terme/Frabosa"

• vengono potenziati con frequenza oraria i servizi di trasporto tra Mondovì e Lurisia Terme;

i servizi di trasporto tra Villanova Mondovì (fermata di interscambio "SCUOLE") e Frabosa Soprana vengono effettuati dalla Ditta Basso con un autobus di piccole dimensioni;


le sole corse 3301 - 3302 - 3325 - 3326, destinate al trasporto degli studenti, vengono effettuate da BUS COMPANY tra Mondovì e Frabosa Sottana (fermata Bivio Prato Nevoso) e, mediante interscambio, vengono effettuate tra Frabosa Sottana e Frabosa Soprana dalla ditta BASSO, sempre con un mezzo di piccole dimensioni;






• a Frabosa Soprana viene ripristinato il capolinea in Piazza Marconi.

• vengono modificati i percorsi in Mondovì e precisamente: PERCORSO e FERMATE IN PARTENZA DA MONDOVÌ: Piazza Centro (Fermata Stazione FS) -Corso Italia (Fermata ACI) - Via I Alpini - Piazza Mellano (Fermata GTT) - Via Cornice - Via Einaudi - Piazza Repubblica (Fermata Movicentro) - Via Einaudi - Via Vittorio Veneto (Fermata INPS) - Via Rosa Bianca (Fermata Maxisconto); PERCORSO e FERMATE IN ARRIVO A MONDOVÌ: Via Rosa Bianca (Fermata Maxisconto) -Via Aldo Moro - Piazza Perotti - Via Malfatti (Fermata Trattoria London) - Piazza Repubblica (Fermata Movicentro) - Via Einaudi - Via Cornice - Piazza Mellano - Corso Diaz (Fermata Corso Diaz) - Piazza Centro (Fermata Stazione FS).


• vengono SOPPRESSE le seguenti fermate in Mondovì: CORSO ITALIA 1- CORSO ITALIA 2 -PIAZZA MONTEREGALE - CORSO EUROPA ANGOLO VIA MANZONI - CORSO EUROPA PARCO EUROPA - CORSO EUROPA BRE - CORSO EUROPA BAR FERRONE.

30 gennaio 2017

Domenica 5 febbraio a Miroglio Festa di San Biagio




Domenica 5 febbraio, la Comunità di Miroglio festeggerà, come è consuetudine da numerosi anni, il titolare della parrocchiale del piccolo Borgo: San Biagio vescovo (di Sebaste – città della Samaria palestinese nel cui territorio si trova la tomba di Giovanni Battista).
Anche se la festa liturgica è fissata dal calendario della Chiesa al 3 febbraio, quella esterna viene solennizzata la domenica immediatamente successiva a quel giorno; in questo modo vengono assicurate le condizioni affinchè tutta la popolazione residente, e quella parte di persone che tradizionalmente sono in rapporto con Miroglio per altre tipologie di legame, possa partecipare – libera da impegni lavorativi o di altra natura – a questo importante momento di vita Comunitaria.



Il programma della festa prevede la celebrazione alle ore 10 della santa Messa che sarà officiata dal Reverendo Don Luciano Michelotti e la successiva benedizione della gola, nel nome di san Biagio.
Al termine della celebrazione religiosa, sul piazzale della Chiesa verrà offerta cioccolata calda e biscotti a tutti i presenti cui seguirà il consueto pranzo sociale (a prezzo convenzionato € 15,00 con prenotazione al numero 0174 244066), al Ristorante “delle Alpi” ove sarà consumato il tradizionale menù di San Biagio.
L’incontro conviviale sarà anche l’occasione per la formale consegna da parte delle Autorità che presiedono alla vita Civile e Sociale della Comunità, della targa del “Sanbiagino d’oro 2017” che l’Associazione San Biagio ha predisposto per l’occasione e che quest’anno verrà attribuita ad una realtà del territorio che opera anche nel sociale.
Alberto Verardo




Menù San Biagio 2017

Antipasti

Insalata Russa
Flan di peperoni con bagna caòda
Cotechino con San crau

Primo piatto

Risotto al curry con salsiccia e castagne

Secondo piatto

Lanza lardata alle prugne
Con carote burro e prezzemolo

Dessert

Dolce al cucchiaio
Bugie di carnevale

Vini

Cortese A.to Monferrato
Dolcetto di Dogliani
Acqua Lurisia naturale e gassata



09 gennaio 2017

Festa dell'infanzia a Miroglio



Al termine della Messa dell’Epifania, nel giorno cioè della manifestazione al mondo di Gesù dedicato anche all’infanzia, che conclude il ciclo delle festività natalizie, nella chiesa parrocchiale dedicata a San Biagio, presente nella piccola ma vivace località di Miroglio di Frabosa Sottana, sono state premiate le tavolozze contenenti scene presepiali, realizzate dai bambini.
Gli allestimenti prodotti dai bambini partecipanti di età molto varia, sono stati realizzati con soluzioni tecniche originali e varie con utilizzo di materiali vari; non tutte hanno raffigurato scene del presepe, privilegiando altri soggetti sempre comunque con tematiche legate al Natale.
La cerimonia ha concluso il ciclo delle iniziative e dei festeggiamenti natalizi iniziati la settimana precedente il Natale con la benedizione dei bambinelli e proseguita per l’intero periodo con la realizzazione nelle varie abitazioni dei “Presepi di casa nostra” e l’allestimento nell’edificio sacro dell’”Albero delle buone intenzioni”.
La locale Associazione San Biagio, che ha patrocinato gli eventi del periodo, ringrazia tutti coloro che sono stati parte attiva nelle diverse iniziative, in particolare le famiglie che hanno realizzato i presepi in casa e, ancor più, i bambini che hanno dedicato una parte del loro tempo alla realizzazione delle scene presepiali.

Alberto Verardo

"Miroglio Falesia e Bouldering" presentazione della guida di Giovannino Massari il 12 gennaio ore 21 al Gala Palace di Frabosa Sottana



La sezione del CAI di Mondovì in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Frabosa Sottana presenta il 12 gennaio 2017 alle ore 21,00 presso il Gala Palace “Miroglio falesia e bouldering” di Giovannino (Giova) Massari la nuova guida di arrampicata della storica palestra dei distretti “Beppino Avagnina” del CAI di Mondovì. Ingresso libero.